di Daniele Perticarini, Tommaso A. Barletta, Giulio Berdini, Lorenzo Mecozzi

La Fermana Football Club s.r.l. è una società calcistica italiana della città di Fermo che tutt’ora milita in serie C, cioè la terza divisione del campionato italiano. Fondata nel 2013, è l’erede della tradizione sportiva iniziata nel 1924 con l’Unione Sportiva Fermana.

Il calcio arrivò nella città di Fermo nel 1913 e, dopo la Prima Guerra Mondiale, nacque la Società Sportiva La Fermo, il cui presidente era Uriele Vitali Rosati.

L’attività agonistica si fermò a causa della Seconda Guerra Mondiale, per poi ricominciare nella stagione 1946/1947.

Tra gli anni Sessanta e Ottanta la società sfiorò la  promozione in Serie C, ma ciò non accadde a causa di una sconfitta contro la Ternana. Nel 1984 la Fermana conquistò la promozione in Serie C2 per poi retrocedere quattro anni dopo in Promozione.

Nel 1993 la Fermana ottenne di nuovo la promozione in Serie C2 a causa del fallimento di alcune società. Nella stagione 1995/1996 raggiunse per la prima volta la promozione in Serie C1 grazie alla vittoria ai rigori contro il Livorno nella finale dei play-off.

Dopo aver raggiunto quest’obiettivo, la società venne affidata a Giacomo Battaglioni che voleva portarla in Serie B: ciò accadde grazie a Ivo Iaconi che nella stagione 1998/1999 riuscì a far vincere il campionato di Serie C1 alla Fermana portandola così direttamente in Serie B.

Alla fine del campionato 1999/2000 la Fermana retrocesse in Serie C1 nonostante le ottime vittorie contro squadre di calibro elevato: Napoli (3-2), Genoa (2-1) e Atalanta (1-0).

Dopo cinque stagioni anonime retrocesse di nuovo in Serie C2. In questo periodo nacque l’U.S. Fermana S.S.D. affiliata ex novo in federazione. La squadra ripartì dalla prima categoria ma si ritrovò in poco tempo nel campionato di Eccellenza. La prima stagione fu anonima, tuttavia vinse la Coppa Italia Dilettanti Regionale battendo la Vis Pesaro per 1-0, grazie alla rete di Gianluca Savoldi.

Nel 2010 la società venne acquisita dall’avvocato Domenico Di Antonio per poi nel 2011 passare a Renzo Berti. La squadra disputò un ottimo torneo qualificandosi ai play-off. Prima della finale però ci furono alcune proteste dei giocatori sul fatto che la società non avesse pagato gli stipendi. Nella stagione 2012/2013 la Fermana conquistò la qualificazione alla Serie D grazie alla vittoria della Coppa Italia Dilettanti.

Alla fine di questa stagione una massa debitoria pregressa molto pesante compromise l’iscrizione al campionato di Serie D; quindi la società della Fermana fu costretta a fondersi con il Montegranaro Calcio: così si formò la Società Dilettantistica Montegranaro Calcio Football Club.

Nel maggio 2014 la società cambiò presidente e, dopo due anni di stagioni anonime, conquistò di nuovo, dopo ben undici anni, la qualificazione in Serie C dove ancora milita, avendo ripreso la storica denominazione Fermana Football Club.

I colori della società tutt’ora sono giallo e blu e lo stadio in cui gioca le partite casalinghe è lo “Stadio Comunale Bruno Recchioni”, nella città di Fermo.

Il sito della Fermana